Esami e trattamenti

Esami neurologici Catania

Elettroencefalografia e potenziali evocati

Elettroencefalografia e potenziali evocati

Lo Studio del Prof Pero è abilitato a eseguire esami neurologici a Catania per la diagnosi delle più varie patologie. Nello specifico, i pazienti possono essere sottoposti all’elettroencefalografia, anche denominata EEG. Si tratta di un test attraverso il quale viene misurata l’attività elettrica del cervello mediante il posizionamento di alcuni elettrodi sul cranio. Il segnale captato da questi ultimi viene amplificato, registrato da un’apposita strumentazione e visualizzato sotto forma di tracciato, l’elettroencefalogramma.

Le onde con ampiezza e frequenza differenti tra loro che formano il tracciato indicano in quali aree cerebrali l’attività elettrica è alterata. L’elettroencefalografia è in grado di evidenziare le anomalie dell’attività cerebrale, in particolare nei pazienti affetti da malattie degenerative, cefalee, traumi cranici, lesioni encefaliche tumorali e alterazioni metaboliche nonché in pazienti in coma o in assuntori di sostanze stupefacenti.

L'utilizzo di elettrodi sostituire con Potenziali Evocati

Utilizzando elettrodi di superficie posizionati sulla testa, presso l’ambulatorio specializzato in neurologia vengono misurati anche i potenziali evocati, ossia la reazione elettrica del cervello a stimoli sensitivi specifici. I potenziali evocati sono in grado di esaminare l’integrità delle vie di conduzione nervosa sia periferiche sia centrali.
A tal fine vengono principalmente usati i seguenti tipi di potenziali: “somato-sensoriali”, “visivi” e “uditivi”. I potenziali somato-sensoriali vengono impiegati per documentare i disturbi sensitivi non oggettivabili in altro modo e la loro localizzazione, i potenziali uditivi sono utili per localizzare i processi dei nervi acustici o del tronco cerebrale e i potenziali visivi, infine, vengono utilizzati per diagnosticare le infiammazioni acute o croniche del nervo ottico, sintomatiche della SLA.

Elettromiografia

Presso l’ambulatorio viene eseguita anche l’elettromiografia, nota anche come EMG. L’esame funzionale è indicato per la diagnosi delle neuropatie, ossia delle malattie a carico dei nervi e delle miopatie, le malattie dei muscoli. L’elettromiografia si articola nella somministrazione al paziente di stimoli elettrici attraverso degli elettrodi applicati sulla cute, al di sopra dei nervi.

L’esame permette di misurare la velocità di conduzione degli stimoli veicolati. Per lo studio dei muscoli, invece, vengono utilizzati degli aghi di varie lunghezze che, inseriti nel muscolo rilassato o contratto, permettono al medico di registrarne l’attività. Tra gli esami neurologici a Catania effettuati, l’EMG permette di diagnosticare, ad esempio, la polineuropatia diabetica e la SLA.

Testologia clinica

L’attività diagnostica svolta all’interno dello Studio Pero si avvale anche dell’impiego della Testologia clinica. I test, opportunamente scelti, vengono impiegati come mezzi integrativi degli strumenti diagnostici comunemente utilizzati in neurologia (esami funzionali ed esami morfologici). In particolare, vengono posti in essere dei percorsi psicodiagnostici personalizzati, sia in ambito clinico, sia peritale. 

Gli elementi tipici di un percorso psicodiagnostico sono i seguenti: colloquio clinico, raccolta dei dati bio-psico-sociali, somministrazione di test. I dati clinici ottenuti dai diversi test vengono integrati tra loro per consentire di ottenere un quadro dettagliato e organico della situazione del paziente nonché di formulare una diagnosi funzionale e descrittiva.

Esami neuroradiologici

Lo studio medico specializzato in esami neurologici ha attivato una collaborazione con il Centro Diagnostica per Immagini srl per permettere ai propri pazienti di sottoporsi agli esami neuroradiologici quali la TAC e la risonanza magnetica. La TAC, acronimo di tomografia assiale computerizzata è una tecnica diagnostica che, mediante l’impiego di radiazione ionizzanti, consente di ottenere un’immagine dettagliata di una specifica area dell’organismo. La TAC può prevedere o meno l’utilizzo di un mezzo di contrasto. Presso il centro i pazienti possono sottoporsi, ad esempio, alla TAC dell’encefalo con o senza mezzo di contrasto e all’angio TAC dell’encefalo con mezzo di contrasto.

Share by: